noi-italia2015
istat

Prestazioni e contributi sociali degli enti di previdenza

114/121

Versione stampabile

Prestazioni per abitante più elevate nelle regioni del Centro-Nord      

UNO SGUARDO D'INSIEME

La spesa per prestazioni sociali erogate in Italia dagli enti di previdenza nel 2012 è pari a 305.576 milioni di euro, il 19,5 per cento del Pil e corrisponde a un importo pro capite di 5.132 euro. All’opposto, le entrate attraverso i contributi sociali ammontano a 226.458 milioni di euro (3.803 euro per abitante, il 14,5 per cento del Pil) e coprono il 74,1 per cento della spesa. Gli enti di base rappresentano il 99,3 per cento delle prestazioni sociali ed il 99,2 per cento dei contributi sociali.


L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Confronti regionali


icona Prestazioni sociali erogate dagli enti di previdenza per regione
[xls]

icona Prestazioni e contributi degli enti di previdenza per tipologia di ente e regione
[xls]

icona Indice di copertura previdenziale per regione
[xls]


Serie storiche


icona Indicatori su prestazioni e contributi sociali degli enti di previdenza
[xls
 - ods]


Definizioni utilizzate

Le prestazioni sociali rappresentano trasferimenti correnti corrisposti alle famiglie, in denaro o in natura, da parte degli enti previdenziali al fine di coprire gli oneri derivanti da specifici rischi, eventi o bisogni. In base al tipo di tutela prestata, gli enti previdenziali rientrano nel regime di base o nel regime complementare. Per regime di base si intende la protezione sociale che, in applicazione di norme legislative o regolamentari, garantisce l’assicurato contro i rischi connessi al verificarsi di determinati eventi legati all’attività lavorativa che generano una riduzione del reddito. Per i lavoratori l’adesione a tale regime è resa obbligatoria in base a leggi nazionali. Il regime complementare fornisce trattamenti integrativi al fine di assicurare più elevati livelli di copertura previdenziale e, per l’erogazione delle prestazioni, presuppone l’esistenza di una analoga prestazione erogata da un regime di base. I contributi previdenziali, insieme ai trasferimenti che gravano sul bilancio dello Stato, finanziano la spesa sociale. Questi consistono in versamenti che le persone assicurate o i loro datori di lavoro effettuano, direttamente o indirettamente, agli enti previdenziali al fine di acquistare e/o conservare il diritto alle prestazioni sociali. L’indice di copertura previdenziale è calcolato come rapporto percentuale tra i contributi versati e le prestazioni erogate e indica la dimensione relativa di un avanzo/disavanzo di bilancio a seconda che sia maggiore o minore di 100.


Fonti

Istat, Bilanci consuntivi degli enti previdenziali

Pubblicazioni

Istat, I bilanci consuntivi degli enti previdenziali - Anno 2012, Tavole di dati, 14 luglio 2014

Istat, Annuario statistico italiano, 2014

Link utili

Istat/assistenza



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice